top of page
  • mcenerini

Il metodo MC - I parte

Aggiornamento: 22 apr 2023

Ho sempre pensato che l'insegnamento fosse una vocazione più che un lavoro e che io non mi sarei mai cimentata in una tale missione. Due eventi mi hanno però fatto cambiare idea al riguardo: il corso di laurea in Scienze del linguaggio, la cui iscrizione risale al 2010, e la nascita di mia figlia nel 2012. La metamorfosi, quindi, è iniziata già qualche tempo fa, ma che cosa hanno in comune questi eventi e perché correlare un corso di laurea magistrale in glottodidattica alla nascita di una figlia?


Ebbene, il titolo del presente articolo ne è una sorta di spiegazione. Parlare di "metodo MC" dopo gli approfondimenti fatti in ambito glottodidattico è piuttosto azzardato. Ci sono tradizioni di didattica delle lingue di tutto rispetto alla base del mio "metodo", per non parlare del fatto che quello adottato non è nemmeno un metodo vero e proprio. Mi piace però considerare la mia iscrizione a Scienze del linguaggio come l'inizio di un approccio, mentre la nascita di mia figlia rappresenta un po' l'inizio del metodo MC... Provo a spiegarmi meglio...


2019: esperimenti di Early English con Anna e Paolo. Cliccare sull'immagine per avviare il video.


L'approccio costituisce la filosofia alla base di un'impostazione glottodidattica. Da un approccio possono essere derivati molteplici metodi di applicazione pratica proprio perché esso seleziona gli ambiti da mettere alla base dell'educazione linguistica. Esso si valuta sulla base della fondatezza scientifica, della coerenza interna e della sua capacità di generare metodi. Da non confondere con la metodologia, il metodo rappresenta invece l'applicazione dell'approccio e si valuta in base ai principi di quest'ultimo oltreché sulla falsariga della sua capacità di tradurre in operatività l'approccio cui fa riferimento e di individuare le tecniche glottodidattiche coerenti con il metodo stesso.


Grazie agli studi intrapresi a Ca' Foscari ho potuto dunque maturare una mia idea, una mia filosofia di insegnamento e apprendimento delle lingue che, di fatto, attinge da una serie di approcci, da quello formalistico - con cui sono cresciuta, nonostante fosse già in atto l'applicazione di approcci più moderni - a quello naturale, strutturalistico e comunicativo per citarne alcuni. Tutto questo è poi stato messo a punto in termini pratici, adottando e affinando un primo metodo per insegnare l'inglese precoce ai bambini, sperimentandolo su mia figlia, prima, e su mio figlio, poi, anche se in misura minore. I risultati ottenuti mi hanno dato conferme, fatto ripensare alla mia stessa formazione linguistica e promettere che chiunque si fosse affidato a me per apprendere una lingua avrebbe potuto contare su uno spirito critico rispetto agli approcci e ai metodi scelti in ambito glottodidattico per adottare di volta in volta la soluzione migliore possibile.


2016: conseguimento della LM in Scienze del linguaggio - Glottodidattica all'Università Ca' Foscari di Venezia.


A distanza di alcuni anni non posso ancora parlare di un vero e proprio metodo MC ma, sulla base di quanto sopra, posso delineare i limiti entro cui mi muovo, la conditio sine qua non, sulla base della mia esperienza, non può esserci acquisizione linguistica: 1) la centralità dell'apprendente all'interno dell'atto didattico; 2) l'importanza della motivazione; 3) un uso pragmatico della lingua, strumento di comunicazione prima ancora che di perfezione grammaticale; 4) massima attenzione al filtro affettivo; 5) i principi di bimodalità e direzionalità; 6) focus sul processo di comprensione; 7) la consapevolezza dell'interlingua; 8) l'utilizzo di testi significativi; 9) l'adeguatezza delle tecniche glottodidattiche di volta in volta adottate; e 10) lo sviluppo di una competenza glottomatetica (imparare a imparare una lingua).


Per chiarire al meglio ognuno dei pilastri qui delineati seguirà a breve un secondo articolo più dettagliato, certa che un approfondimento di tali meccanismi e concetti può solo giovare alla riflessione metalinguistica di ognuno e aiutare a migliorare sia la didattica sia l'acquisizione delle lingue giorno dopo giorno.


54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page