top of page
  • mcenerini

Hello, my name is Mary!

Giunto alla sua quinta settimana, il progetto di madrelingua inglese “Europa in classe”, avviato a metà gennaio 2024 nei plessi della Scuola dell'Infanzia, della Primaria e della Secondaria di primo grado di Gessate e Cambiago, è ormai entrato a regime.


Io e la collega Isobel Howe stiamo lavorando a ritmi serrati per soddisfare le esigenze didattiche di un progetto bellissimo ma travolgente, e i risultati cominciano a vedersi: i bambini e i ragazzi coinvolti, a seconda della classe e del carattere di ognuno, hanno fatto proprio questo appuntamento settimanale e, nella maggior parte dei casi, lo attendono con ansia. Al di là della loro partecipazione attiva, che per maturare richiede ancora tempo, fiducia e contenuti, devo ammettere che quel che conta è saperli felici e riceverne il saluto quando incontrano il mio sguardo. E quei sorrisi a volte diventano veri e propri abbracci o regalini in carta - come quelli della foto a seguire -, rivelandosi la parte migliore di questo lavoro.



Incrociarli per strada e sentirli dire “Hello Mary” è davvero impagabile, e io mi sento fortunata:

  • per aver incontrato Isobel Howe, con cui condivido questa esperienza didattica, mi confronto sul programma e sviluppo contenuti;

  • per il corpo docenti con cui collaboro - persone competenti, aperte e umili con cui posso interfacciarmi ogni volta traendo spunti, suggerimenti e idee fondamentali;

  • per i bambini e i ragazzi che incontro ogni giorno, anche se raramente me ne ricordo il nome (sono tantissimi!) ma di cui non posso dimenticare lo sguardo, unico e inconfondibile.

Il percorso didattico ideato da Isobel, concordato con i docenti dei due plessi e da noi sviluppato di settimana in settimana a seconda delle risposte degli apprendenti e/o di eventuali richieste specifiche è un CLIL basato sulle scienze con nozioni di Civiltà britannica per quanto riguarda la Primaria, mentre si propone come rafforzamento delle competenze di comprensione e produzione orale per quanto concerne la Secondaria. Insomma, una straordinaria scommessa quotidiana - non priva di difficoltà - che si concluderà fra aprile e giugno, a seconda delle ore destinate alle varie classi, ma che so già di non poter mai dimenticare per intensità, carica emotiva e valore umano e professionale.

79 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page