top of page
  • mcenerini

L’importanza della lingua nell’internazionalizzazione del business

Venerdì 17 marzo sono stata ospite della rubrica Meeting Coffee, in occasione della quale Luca Vattimo, titolare di Meeting Funnel, mi ha intervistato sul tema "La localizzazione linguistica nell'internazionalizzazione del business". L'intervista, svoltasi nella virtual room dell'omonima applicazione ROOM e disponibile sulla piattaforma Meeting Funnel come pure su YouTube, si è rivelata un'occasione importante per spiegare le ragioni della mia scelta di aprire un'agenzia di traduzioni nonché di esplorare il mondo della didattica delle lingue e la sua applicazione in ambito aziendale.



Ma che cos'è la localizzazione linguistica? La localizzazione insieme all’internazionalizzazione sono processi di adattamento di un prodotto pensato e progettato per un mercato definito verso altri mercati, nello specifico nazioni e culture diverse. I prodotti che sono oggetto di questi processi di adattamento sono i più svariati: dalla pubblicità ai software, dai siti web ai manuali d’uso, dalle pubblicazioni mediche e scientifiche alle etichette dei prodotti. La localizzazione linguistica corrisponde al processo traduttivo con cui un prodotto viene presentato in lingue diverse allo scopo di espanderne la vendita e la fruibilità.


È quindi fondamentale che un’azienda abbia, per esempio, un suo sito web, un’interfaccia con i mercati esteri in cui decide di operare e quindi la competenza linguistica e comunicativa per riuscire a penetrare quel mercato. In un primo momento è necessario avere una buona conoscenza dell’inglese e disporre di una presentazione dell'azienda - attraverso materiale pubblicitario, sito Internet, brochure - in tale lingua. In un secondo momento però occorre una strategia più a lungo termine e quindi una conoscenza culturale e linguistica del Paese target che è essenziale.


Nel 2017, uno studio del British Council ha raggiunto le stesse conclusioni, evidenziando una perdita economica molto elevata per le aziende britanniche che non investono nelle lingue straniere, e più in generale, per il Paese, nel senso che i problemi nascono dal sistema educativo, dove lo studio delle lingue straniere non è incentivato adeguatamente. E questo è il caso di un Paese per cui non sussiste nemmeno il problema di imparare l’inglese. Eppure conoscere altre lingue fa la differenza - lo dicono gli stessi inglesi!



Che cosa può offrire MC Servizi linguistici a un’azienda che intende perseguire l’internazionalizzazione del proprio business? L'internazionalizzazione e la localizzazione possono prevedere la traduzione di materiale di lavoro, pubblicitario, di siti web o di app, per cui improvvisarsi traduttori ed evitare l’utilizzo di madrelingua può rivelarsi controproducente. Accanto al mio core business, ossia la traduzione e l'interpretariato, mi occupo anche molto di didattica dell'inglese business - ritrovandomi spesso ad accompagnare il primo step del processo di internazionalizzazione di un’azienda. Inoltre, la mia attività offre lezioni e corsi in altre lingue straniere, attraverso un’apposita piattaforma di e-learning, nel tentativo di dare alle PMI la possibilità di intraprendere un secondo step - una strategia a lungo termine - di approfondimento linguistico e culturale nel Paese target. In tutto ciò il percorso è sempre personalizzato e l’approccio comunicativo, non si focalizza cioè sulla preminenza grammaticale ma sull’essenza di una lingua, ossia la sua capacità di farci comunicare.

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page